piccola personale di Antonio Marazita


RIFIUTARE IL FORMALISMO

Non si tratta di un rifiuto presuntuoso e arrogante ma di un placido abbandono all’imprevisto…al caso e a quello che può accadere se si resta in attesa e in ascolto…lasciando che un po’ di istinto prenda il sopravvento sulla architettura ragionata.
L’inquadratura diviene uno spazio incompleto, nel quale la notte non concede nulla…nessuna apparente chiarezza. Il luogo non è più semplicemente “un luogo” ma un ampio spazio del fuoricampo, dal quale possono arrivare invisibili suggestioni che ampliano le possibilità di osservazione. Tutto si trascina al suo passaggio. l’osservatore incrocia il suo destino con il soggetto della foto, che non rivela nulla di sé… semmai suggerisce un continuo andare verso un altrove…ignoto…che appartiene certamente più allo spettatore.

Antonio Edoardo Marazita

Annunci