titanic di Jean Negulesco


il film che ispirato principalmente il più celebre e moderno film di Cameroon.

 

Richard Ward Sturges e Julia Sturges, una coppia in crisi familiare, compiono insieme un viaggio sulla RMS Titanic; Julia è fortemente determinata a portare via i figli (la diciassettenne Annette e Norman, di dieci anni) dall’ “alta società” appartenente al mondo del marito, e quindi segretamente li porta con se sulla nave, intenzionata a trasferirli a Mackinac, nel Michigan. Dopo aver capito i piani della moglie, Richard acquista all’ultimo momento un biglietto di terza classe e si imbarca, sperando di riconciliarsi con la famiglia; i due però hanno un animato confronto sulla custodia dei figli. Quando Julia capisce che Annette è matura abbastanza per prendere le sue decisioni, e quindi, di farsi la sua strada nel mondo, realizza che Norman è ancora un ragazzo ed insiste per mantenerne la custodia. Questo fa infuriare Richard il quale, prima della cena al tavolo del capitano, affronta aggressivamente Julia. Lei quindi gli rivela che biologicamente Norman non è suo figlio ma il risultato di una notte d’amore con un altro, dopo che lei aveva abbandonato un party dove Richard l’aveva umiliata. Egli acconsente di rinunciare alla custodia di Norman (ma promette di prendersi cura delle finanze della moglie e di Norman), diventando da ora freddo e distante con Norman, fino allo scontro con l’iceberg. Richard e Julia hanno una struggente riconciliazione sul ponte della nave, nel momento in cui egli mette Julia ed i figli sulla scialuppa di salvataggio. Norman, preoccupato di dove è il padre, abbandona il suo posto sulla scialuppa per andare a cercarlo; i due si ritrovano, rimanendo insieme fino alla fine. Richard dice ad uno steward di passaggio che Norman è suo figlio e poi, rivolgendosi a Norman, gli dice che è orgoglioso di lui, e che lo è stato ogni giorno della sua vita, e che si sente forte come una montagna quando lo ha accanto. Poi i due si aggiungono al resto dei passeggeri e, in coro, cantano l’inno “Nearer, my God, to Thee” prima che la nave esploda diverse volte, si alzi in alto e poi affondi. Inoltre, a bordo vi è un ventenne studente di Purdue e giocatore di tennis, Gifford Rogers, innamorato di Annette che riesce a far smettere di bere padre George S. Healey

 

 

Nato a Craiova, in Romania, si trasferì appena quattordicenne a Parigi per seguire dei corsi di pittura. Dopo esser vissuto in vari paesi europei stabilì la sua residenza, verso la fine degli anni ’20, ad Hollywood, dove iniziò a lavorare come sceneggiatore, montatore ed aiuto alla regia di vari direttori fra cui Norman TaurogRobert Mamoulian. Nel 1934 codiresse assieme ad Harlam Thomson Il Tempio del Dottor Lamar (Kiss and make up), ma solo nel 1941 firmò il suo primo film in solitario di un certo rilievo: la Donna di Singapore (Singapore woman).

Fra la seconda metà degli anni ’40 e la prima metà degli anni ’50 raggiunse l’apice del successo dirigendo una serie di film di buona fattura, ma allo stesso tempo molto popolari presso il grande pubblico americano ed internazionale. Fra questi ricordiamo: L’Idolo cinese (Three strangers1946), Perdutamente (Humoresque1947), Titanic (1953), Come sposare un milionario (How to marry a millionaire1953), Tre soldi nella fontana (Three coins in the fountain1954). Ritiratosi nel 1970 dalla regia cinematografica, lavorò successivamente come attore in una produzione belga: L’Arrivista (L’Arriviste1976) e in una francese La gonna rossa (Le Jupon rouge1987). Morì in Spagna, a Marbella, per un attacco cardiaco.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Annunci