sorpassi eccellenti: la playstation è fatta della sostanza di cui sono fatti i sogni


Qualche partita alla playstation. Un pò di grafica. E tanto sognare.

Vi domanderete perchè. Semplicemente  è ormai assodato che i giochi digitali non sono più semplici giochi, ma rivestono un ruolo fondamentale nella rappresentazione della personalità. In un gioco si può osare, spingersi oltre quel limite innaturale del terrore della morte, che solo pochi uomini osano sfidare. In un gioco si può essere tanto cattivi quanto nella vita reale non si riuscirebbe. Allora è davvero nel gioco che si scoprono gli angoli bui. Personalmente ritengo che da un lato sia una compressione dell’animo umano, privo degli stimoli esterni. Dall’altro esiste però una perversa percezione della realtà digitale, che infrange il tabù fondamentale dell’omicidio. Un uomo capace di uccidere è un uomo che appartiene ad un’altra specie. Ha varcato un confine che gli psicologi si sforzano di studiare. In questo caso non c’è nulla di tutto ciò, ma solo l’aspetto eroico e virile del coraggio su due ruote. Provocazione? sempre!

Di Marazita Antonio Edoardo.

Secondo episodio, dedicato alla mitica Kawasaki. ovviamente verde.

http://vimeo.com/11934053

Annunci